Delle profonde riflessioni

Aborigeno ma in fondo io e te che cazzo se dovemo dì?

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

13 risposte a Delle profonde riflessioni

  1. coolpixer ha detto:

    Chissà cosa vorrà dire l’autore con queste parole.

  2. aliceassassina ha detto:

    Mi sa che l’autore c’ha un po’ di veleno.
    Mi sa eh…

  3. coolpixer ha detto:

    allora mi allontano.

  4. Galatea ha detto:

    uhm…questa frase l’ho usata per svariati sbrotti d’acido che sai…mò voglio sapere a chi è riferita!
    (se ne va fischiettando)

  5. aliceassassina ha detto:

    eh signò, è da ieri che mi frulla in testa e ti ho pensato tanto!

  6. durk666 ha detto:

    Ma se io ho questo nuovo media, la possibilità, cioè, di veicolare milioni di informazioni in un microsecondo, mettiamo caso con un aborigeno dalla parte opposta del pianeta… ma il problema è:

    a Zi’, ma lassali futtere ‘sti cazzu de’ abbbboriggggeni…

  7. aliceassassina ha detto:

    C’hai ragione c’hai bello de zia!
    Basta stare a veicolare ste informazioni. Alla fine…che cazzo dovemo dì?

  8. MercedesColomar ha detto:

    Grande Corrado.

  9. aliceassassina ha detto:

    veramente è di Albertone ma pure Corrado sa fa’!
    😀

  10. BlackKing ha detto:

    Bellisssima!

  11. drHyde ha detto:

    Con questa frase solo apparentemente ermetica l’autrice raggiunge l’apogeo dell’empatia, incuriosendo l’ignaro lettore ed al contempo rievocando epoche, neanche troppo lontane, di assoluta incomunicabilità.
    “Aborigeno” non rappresenta unicamente il nickname di un cialtrone qualunque rimasto intrappolato nella rete, ma tutto un universo di persone incapaci di ascoltare e di capire.
    E per questo, pure nostro malgrado, estranee.
    Aborigene, appunto.
    Con la sua prosa asciutta, Aliceassassina riesce ancora una volta a sorprendere in modo intelligente, elevandosi sempre più al di sopra della mediocrità dell’universo splinderiano.

    PS:
    Il prossimo post però vedi di scriverlo ammodo, cazzona… 😉

  12. aliceassassina ha detto:

    @ drHyde: Ti adoro! Una critica degna dei più grandi critici ( non mi veniva un’altra parola).
    Prometto che il prossimo post sarà meno stitico. 😉

  13. anonimo ha detto:

    🙂
    bi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...