Sono giorni di riflessione questi. Giorni in cui sono accadute piccole grandi rivoluzioni. Giorni di prese di coscienza, di mattoni sul cuore e gambe pesanti e pensanti. Giorni in cui ho smesso di scappare da chi e da cosa, ho infilato le scarpe di cemento e ho iniziato a parlare. Non è andata bene anche se non ho capito come volevo che andasse ma l’ho fatto. Sul tavolo ho messo il coraggio, gli occhi lucidi e una paura fottuta. 3 cose talmente tanto diverse che proprio non riuscivano a stare vicino. Ogni cosa mi chiamava, mi tirava e mi chiedeva di andare via.
Da due anni ogni 20 dicembre succede qualcosa che mi costringe ad aprire gli occhi su nuove realtà.
Due anni fa era la laurea che s’è messa in braccio a me e ha detto "che volemo fà?"
L’anno scorso un paio di saluti definitivi, un lavoro arrivato per caso e un gatto.
Quest’anno due cose che racchiudono tutte le paure del mio mondo mi sono venute incontro a braccetto e hanno iniziato a prendermi a pizze in faccia. Non so ancora chi la vincerà. Io intanto mi canto sempre la stessa canzone da due giorni.

I might be wrong
I might be wrong
I could have sworn
I saw a light coming on

I used to think
I used to think
There is no future left at all
I used to think

Open up, begin again
Let’s go down the waterfall
Think about the good times
And never look back
Never look back

What would I do?
What would I do?
If I did not have you?

Open up, let me in
Let’s go down the waterfall
Have ourselves a good time
It’s nothing at all
Nothing at all
Nothing at all

I might be wrong
Radiohead

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

6 risposte a

  1. litrillo ha detto:

    splendida canzone, come del resto tutte quelle dei radiohead…
    ricordo la versione live… con la voce di Yorke, acuta e straziante…

  2. aliceassassina ha detto:

    è proprio quella la versione che ascolto. Un live in Francia.

  3. Galatea ha detto:

    Alla fine la vincerai tu, patata mia…
    :*

  4. anonimo ha detto:

    E comunque io ti penso sempre.

    Camilla in esilio

  5. cizou ha detto:

    ciao ,non so bene a cosa ti riferisci ,anche se si capisce che evidentemente stai di fronte a dei dubbi forse a delle scelte..
    pero ,ho capito che sei in gamba.qquindi ….
    a presto.
    fatti viva!
    caio ,c.

  6. aliceassassina ha detto:

    Sì signò ce la posso fà 😀

    Camilla, bella mia dove sei finita??

    Cizou, grazie come al solito. T’abbraccio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...