Buon viaggio e lacio drom

Un anno fa l’atmosfera e la testa era sempre la stessa. Cambiava solo il posto. Firenze un anno fa e Trieste quest’anno.
Forse la testa pure cambiava. Ero meno appanicata, meno ipocondriaca e meno paurosa ma ero pure precaria, quasi licenziata e molto ‘ntommaca (questa la capiamo in 3).
Stessi vestiti, stesso freddo e stessa voglia di partire, di mollare un po’ di merda (che poi tanto merda non è) dietro ste spallucce e farsi portare un po’ via dalla bora.
Quest’anno parto con qualche pensiero, volutamente bello, una compilation da viaggio parecchio tagliavene ma vabè, se si viaggia in treno di notte non si può certo metter su Maracaibo e il ricordo di due sere fa.
Serata passata con le due amiche di sempre. Quelle con cui fumavi le sigarette in una panda tutta scassata a diciott’anni, quelle con cui "pizza da zia tina e birracce sul lungomare", quelle che (attenzione momento pulp) "la pipì non esce dallo stesso buco del mestruo!! Ma davvero?Azz!", quelle che ti ci confidavi, ci ridevi, ci cantavi gli almamegretta a squarciagola, ti ci facevi le canne e ti ci prendevi per culo sapendo che avresti dato il culo per loro.
Quelle che da quando vivete tutt’e tre a Roma non vi vedete mai perchè c’è sempre qualche impedimento ma che non ti preoccupi di perdere perchè sono tue ormai.
Tre persone completamente diverse nella vita e nella capoccia che comunque riescono a mangiare e bere per una serata smascellandosi dalle risate perchè tutto diventa uno scherzo, perchè deve diventare uno scherzo che non è niente di grave finchè c’abbiamo voglia di mangiare e di bere vino chimico e gassosa, come mio nonno.
E mentre le guardi e vi guardi da fuori mentre ridete e vi guardate come vi guardavate 14 anni fa e siete proprio belle tutte e tre.
E poi scopri un quartiere di Roma che non conoscevi, costruito come una favola e ti siedi sugli scalini, fumi una sigaretta con l’amica che era la mente delle tre e ti guardi intorno, in silenzio, e ad un certo punto ti senti dire "è bello condividere le cose belle con le amiche" e ti si inumidiscono subito gli occhi.
Quindi parto con questa immagine bella in testa che mi porto da qui e tanto immagini che vedrò in questi giorni.
Buon viaggio e lacio drom

coppede_fontana_e_villino

e una poesia di Montale dedicata all’ultimo minuto…

Ti libero la fronte dai ghiaccioli
che raccogliesti
traversando l’alte
nebulose; hai le penne lacerate
dai cicloni, ti
desti a soprassalti.

Mezzodì: allunga nel riquadro il nespolo
l’ombra
nera, s’ostina in cielo un sole
freddoloso; e l’altre ombre che
scantonano
nel vicolo non sanno che sei qui.

Queste a casa mia si chiamano soddisfazioni

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Buon viaggio e lacio drom

  1. uhmmm ha detto:

    e questo è per te..che lo sai no???

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...