Archivi del mese: maggio 2007

Donna Felicità

Se di mattina perdo 10 euro mentra vado a prendere il caffè (ciò vuol dire che c’ho i buffi con Gigi, il barista strozzino. Se gli dovevo 50 centesimi oggi, domani saranno 5 euro, e vabbè), come pensate si sia … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | Contrassegnato , | 10 commenti

Vooolaaaa Mio Minipoonyyy

Il passaggio dall’adolescenza prolungata all’età adulta, si sa, è duro e pieno di ostacoli. Il mio fortunatamente è rimasto bloccato ad un’epoca precedente all’adolescenza: i favolosi anni ’80. E che ti sogno stanotte, dopo aver assunto per tutta la giornata … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | Contrassegnato , | 11 commenti

Perchè io c’ho il fisico

Contiamo insieme: n° 27 ore di veglia interrotta solo da n° 19 minuti di riposino del pomeriggio interrotto da n° 2 muratori cagacazzo con tanto di martello pneumatico. In queste 27 ore di veglia Francesca ha: bevuto una litrata e … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | 7 commenti

Tutti odiano la domenica, giorno che scorre lento, senza significato, un giorno sacrificato a pensare a quello che bisogna fare dal lunedì successivo. La domenica è un giorno odiato, forse più del lunedì, fatto di mangiate schiattapanza o di pulizie … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | Contrassegnato | Lascia un commento

Rewind

Basta una canzone a sbattermi in un istante a cinque anni fa. Quando stavo per lasciare l’università ma non avevo abbastanza palle. Quando stavo per lasciare Roma per tornare a casa ma non avevo abbastanza noia. Quando ero convinta di … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | Contrassegnato | 8 commenti

Macheddavero?

Non più di due giorni fa mi sono trovata davanti ad una notizia orrorifica. Questo signore qui  tale Tonio Cartonio è morto di overdose in una tristissima stazione di treni. Ora, una persona normale avrebbe avuto due reazioni: "Chi cazzo … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | Contrassegnato | 12 commenti

Come ti trasformo la giornata

La scena è questa: Sto sfranta e impicciata nel mio ufficio,  a tradurre un’improbabile conferenza telefonica dall’inglese (inglesi, vi odio), quando mi sento chiamare: "Francescaaaaa, sono il postino" Smadonnando vado nell’altra sala, convinta di trovare il solito vecchio postino bavoso … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | Contrassegnato | 9 commenti