Maledizione!

mannaggia splinder e chi l'ha creato.

adesso sto qua
pure se non so come cazzo trasportare tutti gli anni di blog
Se c'è qualcuno in ascolto che sa farlo
per favore fatemelo sapè che sto stracciando l'anima a chiunque

www.aliceassassina.wordpress.com

Annunci
Pubblicato in Uncategorized | 4 commenti

e cominciamo proprio male sa’

Allora,

sono le due di notte,

c’ho le placche alla gola,

mi rode il culo

e c’ho il naso che cola (nonostante ciò ho fatto pure la rima. tiè)

e penso che magari è ora che trasmigro 5 anni di blog da splinder a wordpress.

Ceeeerto. Oh l’hanno fatto tutti. é na cazzata Francè. vai!

Vado…

Due link.

Il primo parla in turco

Il secondo parla un finto italiano

Rispondo ad entrambi con bestemmie in dialetto e all’attuale stato delle cose io c’ho ancora il blog tutto di là.

La mia domanda, a quest’ora e con questi presupposti è:

CHE VOLEMO FA’?

Vedete d’aiutarmi se no so’ cazzi

E visto che ci state ditemi pure come si postano le foto che c’ho le madonne in coppia qua.

Le foto ho capito come prenderle ma c’ho comunque le madonne che mi passano solo se mi modificate il template.

Pubblicato in so' cazzi, splinder vaffanculo | 4 commenti

uuuuh! un post con una morale addirittura!

La cameretta della casa dei miei si è fermata nel tempo a poco dopo la fine del liceo. Ci sono ancora le cartoline attaccate al muro. I disegni fatti dai bambini con cui lavoravo e tutta la bigiotteria fricchettona che compravo sulle bancarelle, prima che iniziassi a stare dall'altro lato della barricata.
Nella mia cameretta ci sono anche delle foto. Dai 0 ai 19 anni. Foto sparse, senza un nesso.
Me da bambina.
La mia migliore amica che mi s'è fottuta il ragazzo.
Mio padre che quasi alla mia età teneva in braccio la terza figlia.
Il letto della casa di roma pieno di studenti fuorisede, strafatti come se non ci fosse un domani.
Guardavo le foto e cercavo di ricordare i momenti.
Poi ciccia fuori un quaderno.
E dal quaderno ciccia fuori una lettera del 2000.
Di Emanuele.
E m'è preso un infarto perchè non me l'aspettavo.
Perchè non doveva stare là.
Perchè non dovevo leggerla adesso.
Nella lettera c'era anche una fototessera perchè gli mms e le digitali non c'erano o costavano tanto. E dietro la foto c'era pure una dedica che ho letto e m'ha fatto incazzare da morire perchè so cosa ci sarebbe stato dopo.
E la lettera era di un ragazzo di 22 anni che m'ha sfregiato l'anima ma nella lettera mica si capiva. Le parole erano simpatiche, leali e pure tenere.
L'ho letta di corsa.
Di nascosto da me perchè non ce la facevo.
Perchè sapevo come sarebbe andata a finire la cosa di lì a tre anni.
Perchè le parole sono belle ma non bastano. 
Perchè le parole sono peggio degli schiaffi. 
Le parole sfregiano. 
E non sono queste parole qua. Nessun insulso blablabla. Tutte stilettate sullo stinco.

266010178_OUY4Rau9_c
E la morale è: se vedete una vecchia lettera BRUCIATELA.

Pubblicato in Uncategorized | Contrassegnato , , , , , , | 8 commenti

Di quando uno proprio non può stare zitto

Di cose politiche e sociali io non ci parlo quasi mai perchè penso che è facile sputare veleno senza la controparte presente.
Poi però ci sono cose che mi fanno salì la bile nel cervello e non ce la faccio a starmi zitta perchè:

(e prendo a caso dai giornali eh)

"Maroni, autunno caldo, servono arresti in differita. Proposti anche divieto di accesso ai cortei, reato associativo per violenti e tutele per poliziotti" E perchè non, aggiungerei, la corte marziale per tutti quei barboni che hanno insudiciato via cavour sabato scorso? Ah, la Finocchiaro del pd è d'accordo. Tanto pe chiude il cerchio.

"Renzo Bossi: Chi non è più d'accordo lasci la Lega e vada altrove" Ennò caro faccia da cazzo di pesce. Mo sti stronzi ve li tenete tutti e fate pure pippa.

"Alemanno (mannaggiailclero Alemanno, no uno normale) dice stop ai cortei per un mese" Capito brutti zozzi? V'hanno messo in punizione.

"Mediatrade, premier assolto per NON AVER COMMESSO IL FATTO"  Abituatevi a sta frase perchè la sentiremo alla fine di ogno processo a carico suo.

E poi leggo dei video hard fintamente nascosti che vengono alla luce, dei deputati indagati e malamente giudicati, dei vari fotti fotti per il proprio tornaconto e penso che a me l'italia mi piace e non possono arrivare quattro stronzi* a farmi venire il vomito.
Io a sti quattro stronzi ci taglio la gola e basta perchè siete brutti e mi rovinate le giornate.
E poi faccio i palloncini. 

280771344_eGFVugNj_c

* Si intende giusto un numero esiguo di persone che contribuiscono quotidianamente ad avvelenare il posto in cui ho deciso di vivere.

Pubblicato in Uncategorized | Contrassegnato , , | 1 commento

Ecco il motivo per cui non scrivo più da tempo.
IMAG0523

Eva e Penelope.
Ho preso due sorelle e sono scesa a patti con me stessa.
Ho deciso di prendermene cura. Di amarle e crescerle.
Di esserci per loro anche quando mi graffiano le gambe e mi mozzicano i piedi.
Anche quando cagano come bisonti e ti guardano come per dire "aò mbè? tu non la fai?"
Ho scelto di iniziare a prendere qualche responsabilità.
E loro hanno scelto me.

Nel frattempo ho fatto trentadue anni.
32 mi piace anche se è pari.
32 nella scala Fahrenheit, sono i gradi a cui congela l'acqua al livello del mare.
32 sono i quadrati neri sulla scacchiera, i quadrati bianchi e il totale di pezzi (neri e bianchi) all'inizio del gioco.
32 nella Smorfia è il capitone. E già questo promette bene
32 è il numero di denti nella dentatura completa di un essere umano adulto.
 
E tocca diventare grandi e scrollarsi le rotture di cazzo di dosso. Tocca prenderla bene perché è questo l’unico modo per rimanere vivi.
Sorrido, sorrido a tutti e rido perché così mi vengono le rughe d’espressione e la gente la smette di darmi 26 anni e non prendermi sul serio.
32 mi piace e forse sto crescendo.

Pubblicato in Uncategorized | Contrassegnato , , , | 7 commenti

So’ tornata eh

Frà: Ciao Nonna so' Francesca è arrivato un pacco di libri per me?
Nonna: Ciao bella di nonna. è arrivato un pacco per te. Aspetta che nonna guarda. Lo posso aprire?
Frà: Avoja nonna apri tutto.
Nonna: Ci sono tre libri.
Frà: Nonna mi leggi i titoli? così capisco che spedizione è.
Nonna: Certo bella di nonna.
Frà: 'azie
Nonna: Allora…40 racconti…porni.
Frà: sì
Nonna: La vita sessuale di Catherine Emme
Frà: Ehm…sì
Nonna: E…oddio bella di nonna
Frà: Che è Nò?
Nonna: Sputerò sulle vostre tombe…
Frà: Sì sì so' proprio quelli!
Nonna: Senti Francè, ci devi dì qualcosa a nonna??
Frà: Solo che ti voglio bene Nò
Nonna: Pure io ma fatti un fidanzato che stai a peggiorà.

253

Pubblicato in Uncategorized | Contrassegnato , , | 12 commenti

Non è femminismo. è solo rispetto. Eccheccazzo

Egregio signore qualunque,
le scrivo perchè ieri comminavo mangiando un ghiacciolo e non ho potuto argomentare la mia risposta come avrei voluto. Ci metta pure la gente e la Sua vergogna che cercava di celare malamente con frasi in romano compagnone, offensive nei miei riguardi.

Il fatto che io vada in giro con una canottiera grigia stampata a leopardo, che vada in giro un po’ scollata e con i capelli che spesso ricadono sul davanti non la autorizza in alcun modo a fissarmi le tette, girare la testa e toccarsi il mento in segno di approvazione rispetto a quanto visto.
Non vuol dire che io sia una donna che la da via al primo porco che la fissa.
E non devo essere certo io a sentirmi a disagio quando è lei che mi squadra sbavando, manco avesse visto la Fenech in versione infermiera, anche se il suo volto aveva una smorfia più schifosa di quella di banfi e pierino accoppiati.

Dovete iniziare a smetterla di pensare che una gonna corta, un tacco alto o una maglia scollata sono sinonimo di sesso spinto, gratuito e indifferenziato.
L'abbigliamento è sinonimo della mia libertà, del mio corpo e della mia concezione di donna e finchè ci saranno persone come lei io continuerò a sbattervelo in faccia il mio concetto di libertà.
E non venite a dirmi che una con la gonna corta se l'è cercato lo stupro perchè poi non rispondo di me.
Le persone come lei fino a poco tempo fa mi facevano pena. Adesso no.
Adesso mi fanno schifo perché passi il fatto che in una scollatura l’occhio ci può cadere ma allungare il collo per guardare meglio no.

Quindi, caro signore qualunque, non ci rimanga male se dopo un minuto che mi squadra, io candidamente le sussurro
“Guarda in faccia a sto cazzo”.
È giusto così.

tumblr_lnjftq5D4O1qa6ibno1_500

Pubblicato in Uncategorized | Contrassegnato , , , | 23 commenti